Archivio tag: made in italy

La portaerei Cavour porta in Made il Italy in Africa e Medio Oriente

Portaerei Cavour allestita da FederlegnoArredo per un tour umanitario in 15 paesi in Africa e Medio Oriente. Questo progetto avrà vita fino a primavera. Stand espositivo sull’artigianato del legno allestito in 150 metri quadri.
Il 5 dicembre è sbarcato nel Bahrein a Mina Sulman. Verranno poi toccati: Nigeria, Senegal, Algeria, Congo, Ghana e Marocco.
Lo scopo di questo tour è quello di portare nel continente africano e quello mediorientale un aiuto umanitario. Questi paesi, il cui mercato non è ancora esplorato, vedranno promuovere l’artigianato di mobili in legno Made in Italy.
Lo stand di FederlegnoArredo è stato allestito nella portaerei ed ha preso il nome di “il cuore dell’abitare italiano / La nostra passione è la tua casa”. Il tutto è stato preparato con un percorso ben studiato, dove il visitatore potrà crearsi un immagine completa del legno-arredo.

Il periodo previsto per questo tour è di cinque mesi e completerà la sua rotta a Taranto ad Aprile del 2014.
Lo scopo, in parte messo a punto per riuscire a superare la grave crisi economica attuale, è quello di promuovere l’internazionalizzazione del Made in Italy.
La federazione ha ritenuto opportuno di richiedere il supporto dei missionari B2B, così da aumentare la portata e la visibilità del progetto.
Nei mercati africani e mediorientali verranno portati dal tour della Marina italiana, artigianato di qualità, con un design innovativo ed un innovazione e una manualità rivista sotto una nuova luce.
Lo stand prevede inoltre l’aiuto di ben 25 aziende, le quali si occupano di cristalli, mobili, ceramiche e salotti. Lo stile non tenderà a promuovere solo il gusto visivo, ma anche quello emozionale di chi visiterà la fiera della Cavour.
Questo tour è stato ideato durante la mostra “l’uomo, la bellezza e il lavoro”, la quale venne allestita al Meeting di Rimini.

Una battaglia vinta per il Made in Italy: il caso Toscoro

L’Ufficio per l’Armonizzazione del Mercato Interno di Alicante, organismo responsabile dei marchi a livello comunitario ha posto fine ad una controversia sollevata dal Consorzio per la tutela dell’olio d’oliva extravergine Toscano IGP contro il marchio “Toscoro”.

Il marchio registrato da un operatore del settore residente nel Principato di Monaco, è stato contestato dal Consorzio in quanto con il nome legato a prodotti tipici della Toscana, poteva confondere in consumatori indicando una falsa origine “istituzionale” come possono essere i marchi dei Consorzi. La decisione dell’UAMI è stata quella di accogliere le ragioni del Consorzio, riconoscendo come Toscoro è molto simile, sia in quanto a disposizione sia a numero di lettere, sia perché conducono ad un significato preciso geografico e quindi facilmente confondibile con la dicitura Toscana IGP.

La decisione dell’Ufficio è una bella vittoria per la tutela del Made in Italy ed è stata giustamente presa dal Consorzio Toscano come una battaglia vinta: Toscoro giocava troppo sulle assonanze e in buona o in mala fede poteva facilmente trarre in inganno i consumatori dando al prodotto del distributore un vantaggio sul mercato che non era assolutamente relativo alla qualità. Se infatti per fregiarsi del marchio Olio d’Oliva Extravergine Toscana IGP un olio d’oliva deve avere caratteristiche ben precise di origine geografica, di metodologie di produzione e di diversi altri criteri rilevati a monte nell’azienda produttrice, mentre il marchio Toscoro essendo apposto da un privato non garantisce assolutamente la stessa qualità dato che non c’è relazione tra le due cose.

L’Ufficio per l’Armonizzazione del Mercato Interno di Alicante ha così annullato il marchio Toscoro dichiarandone quindi invalidata la registrazione, che tra l’altro usava anche ingredienti che non avevano molto a che fare con la zona geografica alla quale alludevano i suoi prodotti, schierandosi dalla parte del Consorzio preposto alla tutela degli autentici prodotti locali. Purtroppo, pratiche scorrette e tentativi furbeschi di appropriarsi semplicemente con un nome ed un marchio del valore aggiunto che una terra con la sua storia da ai prodotti enogastronomici, sono all’ordine del giorno ed è proprio il Made in Italy ad essere l’oggetto di questi attacchi continui. Se da un lato questo valida ancora di più la qualità incomparabile dei prodotti italiani, dall’altra rende necessaria un attenzione meticolosa da parte di produttori, consorzi, ed enti locali, nazionali ed uffici internazionali come l’UAMI nello smascherare e fermare tentativi come quello di Toscoro.

Il made in Italy, leade nella produzione punti luce e lampade

Da qualche anno lo shopping online è diventato un fenomeno sempre più diffuso. A spingere gli italiani verso questa pratica soluzione vi sono vari motivi come i ritmi di vita sempre più frenetici, la possibilità di collegarsi ad internet attraverso il cellulare e, non ultima, la vastità delle proposte presenti negli e commerce.

Per acquistare online, evitando le truffe, bisogna far riferimento a piattaforme solide che offrano tutte le garanzie indispensabili e che siano in grado di rispondere a tutte le richieste dei clienti.

Tutti coloro che sono alla ricerca di un negozio italiano di lampade, possono visitare IdeaLuceOnline che, proprio quest’anno, festeggia dieci anni di vita.

Questo è un e commerce affidabile, che sceglie con cura i prodotti da mettere in vendita e che ha saputo guadagnarsi la stima della propria clientela.

Sei alla ricerca di lampade e lampadari delle migliori collezioni del made in Italy?

Idealuce ha le migliori scelte dei prodotti appartenenti a collezioni come Slamp, De Majo, Metal Lux, Cattaneo, Luceplan, Oluce e molte altre.

Sul catalogo di IdeaLuceOnline, si può scegliere fra più di 4mila lampade costantemente aggiornate; inoltre, sono rappresentate più di 70 brand italiani e stranieri. Le proposte presenti, sono in grado di soddisfare qualsiasi esigenza infatti, in questo store online si trovano prodotti adatti a qualsiasi budget e a qualsiasi ambiente.

Se poi hai già una idea e per esempio stai cercando un pezzo della Metal Lux allora la soluzione la hai anche in questo caso a portata di click.

I clienti di IdeaLuceOnline,possono effettuare gli ordini ma anche chiedere informazioni e ricevere assistenza qualificata contattando il numero verde 800.913.525; la telefonata è gratuita per tutti coloro che chiamano da rete fissa. Inoltre, è anche possibile contattare gli uffici, con la linea fissa, o utilizzare le e mail. In tutti i casi i clienti possono contare su personale cortese e professionale che, in breve tempo, è in grado di fornire le soluzioni più adeguate. Infatti, IdeaLuceOnline si caratterizza per la volontà di garantire assistenza sia nelle fasi precedenti che successive all’acquisto.

L’obiettivo di questo e commerce è andare in contro alle esigenze dei clienti, offrendo prodotti di ottima qualità che, prima di essere inseriti nel catalogo, vengo attentamente selezionati e verificati. IdeaLuceOnline estende, in maniera completamente gratuita, la garanzia di un anno; si passa così dai due anni previsti dalla legge a tre, senza che il cliente debba pagare niente di più.

Se il prodotto acquistato si guasta durante il periodo in cui è coperto dalla garanzia, IdeaLuceOnline si preoccupa di ritirarlo e di riportarlo sostituito oppure aggiustato; tutte le varie fasi sono completamente gratuite. Per i pezzi di ricambio, il cliente deve soltanto soltanto effettuare una comunicazione al servizio clienti che poi gestirà tutta la pratica.

Nel catalogo di questo fornito e commerce, sono numerose le lampade a prezzi ribassati e, per alcune, è proposto il trasporto gratuito.

Le spedizioni di IdeaLuceOnline godono tutte di un’assicurazione il cui costo viene sostenuto dalla stessa piattaforma di e commerce. Inoltre, per garantire un trasporto ancora più sicuro, tutte le lampade sono perfettamente imballate in modo che arrivino a destinazione senza nessun danno.

Per quanto riguarda il pagamento, il cliente può scegliere fra varie opzioni compreso il contrassegno, per il quale non è prevista nessun aumento del prezzo. Se si opta per un pagamento rateale, è il cliente a stabilire se iniziare a pagare a 30 o a 90 giorni; la finanziaria alla quale si fa riferimento è Consel che rientra nel gruppo di Banca Sella. Tutti i clienti che spendono una cifra pari o superiore a 1.999.00 euro hanno diritto al tasso zero e non devono pagare gli interessi che vengono saldati da IdeaLuceOnline.

I clienti di IdeaLuceOnline possono usufruire del diritto di recesso, ottenendo in tempi brevi la restituzione di quanto già pagato.

La consegna della merce, avviene secondo le esigenze dei clienti che possono decidere di richiedere il ritiro in fermo deposito oppure la consegna, sempre gratuita, previo appuntamento. Inoltre, per rispondere ai clienti che dimorano in un palazzo senza ascensore, la consegna viene effettuata al piano.

I servizi offerti da IdeaLuceonline sono numerosi e il cliente può sempre contare su un servizio meticoloso ed efficiente che ha reso questo negozio virtuale un importante punto di riferimento per chi desidera fare acquisti online in sicurezza.

Puoi decidere con calma visionando tutto il catalogo su IdeaLuceonline

L’importanza del commercio estero per il made in Italy

I prodotti italiani sono destinati ad essere ‘consumati’ sempre di più oltre confine e grazie al commercio estero il made in Italy continua ad avere un saldo nettamente in attivo. Il marchio Italia, dunque, è in forte espansione per effetto della domanda estera che riporta la bilancia dei pagamenti dell’industria italiana in posizione di riequilibrio.

Ad esempio, l’Italia è il terzo paese esportatore nel mondo per il settore tessile-abbigliamento, dopo Cina e Germania grazie a circa 450mila addetti e oltre 50mila aziende presenti sul territorio.

I prossimi anni saranno difficili per il mondo imprenditoriale italiano a causa del rallentamento economico a livello internazionale e della stagnazione della domanda interna. Con questo scenario di crisi, occorre che le aziende puntino sui mercati esteri per garantirsi una posizione di maggiore sicurezza imprenditoriale.

Per attuare corrette politiche di internazionalizzazione, dunque, le aziende devono individuare il paese estero e, conseguentemente, le modalità di entrata (dalla semplice esportazione di prodotti ai servizi di insediamento dell’impianto produttivo) e di espansione in quel mercato.

Le imprese italiane devono puntare oltre ai mercati tradizionali (Europa,Russia, Stati Uniti e Giappone) anche a nuove realtà emergenti come per esempio i mercati asiatici verso i quali c’è stata negli ultimi anni una sostanziale crescita delle esportazioni. Per individuare il giusto mercato in cui espandersi, occorre valutare l’”attrattività” del contesto nazionale del paese straniero con tutte le possibili opportunità e i probabili rischi legati alla scelta di investire nel nuovo mercato.

L’esportazione diretta con l’utilizzo di risorse umane e di know-how del paese di origine è la forma di entrata più usata in quanto prevede investimenti minori e garantisce un elevata diffusione dei propri marchi accompagnata ad un minor rischio. Per esportazioni dirette di successo è necessario formulare strategie di lungo periodo e costituire una struttura organizzativa ad hoc:

– una rete di vendita per l’estero dedicata allo specifico mercato selezionato;

– un agente di vendita che media tra l’esportatore e il compratore per promuovere le vendite;

– una sussidiaria commerciale che rappresenta un’unità operativa presente nel mercato estero;

– un’agenzia di traduzioni professionali che consente di fornire alle aziende esportatrici strumenti linguistici necessari per comunicare con il potenziale cliente nella sua lingua madre.

L’operazione di internazionalizzazione è necessaria per consentire alle imprese di incrementare la propria competitività e garantirsi buoni margini di profitto ma più in generale per un miglioramento della situazione economica del paese Italia in tempo di crisi.