Anche sui tablet il made in Italy sfida i colossi dell’elettronica

Il mondo dell’elettronica di consumo, e quello della tecnologia di ultima generazione in particolare, è forse uno dei pochi in cui il made in Italy non riesce a spopolare più di tanto, anche se ogni tanto si riesce a mettere a segno qualche colpo veramente niente male, ma sempre e comunque rimanendo in ambito nazionale.
Anche alcune tra le ditte che un tempo avevano molti estimatori nel mondo della tecnologia hanno perso consensi col passare degli anni, venendo sovrastati dai grandi colossi dell’elettronica, che hanno ormai invaso tutto il mercato con i loro prodotti ultra tecnologici, che fanno gola anche al più restio tra i consumatori.
Uno dei settori in cui ad oggi ci sono state le più grandi novità è quello dei tablet, il dispositivo che nell’ultimo anno ha forse raggiunto una popolarità insperata alla vigilia, con tantissimi nuovi modelli che hanno letteralmente invaso il mercato. Tra questi trova spazio anche un modello made in Italy, prodotto dalla Olivetti, la ditta italiana più famosa nel mondo per quanto riguarda l’elettronica dedicata al mondo del lavoro, che con l’Olipad 3 sembra aver finalmente imboccato anche la via del consumatore medio.
Riuscire a battere la concorrenza dei migliori marchi sul mercato non è assolutamente facile, ma essere almeno riusciti ad affiancarsi a loro è già di per se un risultato ottimo. Di sicuro i grandi produttori non rimangono a guardare mentre gli altri avanzano, ed infatti ad esempio la Sony ha lanciato da poco sul mercato il suo nuovo e performante tablet, che va ad inserirsi tra quelli di fascia alta anche sul fronte del prezzo, anche se online si troverà a breve un’offerta per il tablet Sony Xperia S al prezzo più basso mai registrato prima.
Sullo stesso sito anche per l’Olivetti Olipad 3 si profila un’offerta record nel suo genere, un vero prezzo regalo per gli utenti che si registrano, e che possono portarsi a casa tecnologia made in Italy con una spesa esigua.
Ora la cosa importante è che questo successo tutto made in Italy non sia il punto di arrivo, ma soltanto il punto di partenza per mietere altri successi, sia nel mondo dei tablet, che nel mondo dell’elettronica di consumo in generale. L’Olivetti ha spianato la strada anche per le altre ditte italiane che vogliano confrontarsi col mercato mondiale, mostrando quali sono i passi da percorrere per raggiungere anche un minimo traguardo, che di questi tempi equivale sicuramente ad un successo assicurato.

Comments

comments

Lascia un commento