Il punto sull’etichettatura dei prodotti tessili

Dietro l’ etichetta di un qualsiasi capo di abbigliamento c’è la necessità di tutelare il consumatore nei suoi acquisti, ma ci sono anche conflitti di interesse e richieste pressanti di interi settori produttivi e distributivi. Le norme che disciplinano cosa deve essere scritto sulle etichette dei prodotti tessili sono state di recente modificate. Nuovi obblighi sono stati imposti e nuove regole sono state introdotte per cercare di tutelare il più possibile ciò che davvero è made in Italy.
Il punto verrà fatto alla Camera di Commercio lunedì 7 giugno a partire dalle 9,30 in un seminario gratuito dedicato a “L’etichettatura dei prodotti tessili”, che si svolgerà a palazzo Affari, piazza Costituzione n. 8. Interverranno esperti dell’Italian Textile Fashion che si occupa a livello nazionale della tracciabilità dei prodotti tessili italiani e i professionisti della Camera di Commercio di Bologna che da un decennio svolgono attività di vigilanza sulle etichette che riportano la composizione dei prodotti tessili.

Iscrizioni on line su www.bo.camcom.it

Comments

comments

Lascia un commento