BMTI: il futuro del food made in Italy

La Borsa merci telematica italiana è un’innovazione fondamentale per il settore agroalimentare italiano. Lo strumento più moderno del mondo per commercializzare i prodotti più tradizionali dell’Italia.

Alla presenza di numerosi operatori del settore agroalimentare parmigiano, è stato presentato questa mattina presso l’auditorium dell’Accademia Barilla il nuovo strumento telematico che sarà lanciato a livello globale in occasione dell’Expo 2015, in programma a Milano.

Le imprese italiane guardano al futuro, puntando proprio sulla qualità, l’unicità e l’eccellenza del food made in italy. I prodotti imitati e contraffatti in tutto il mondo, saranno i protagonisti di un mercato globale nel quale migliaia di operatori potranno acquistare e vendere.

E le caratteristiche sono quelle delle grandi borse merci mondiali come il Cbot di chicago o il Liffe di Londra: trasparenza, credibilità, visibilità e valorizzazione delle produzioni tipiche, ma soprattutto un grande volume di contrattazioni: l’obiettivo è di raggiungere un miliardo di euro nel più breve tempo possibile.

“La borsa telematica italiana offrirà grandi opportunità ai piccoli produttori – afferma Giuseppe Tripoli, segretario generale di Unioncamere – che potranno vendere i loro prodotti direttamente sul mercato globale.

Ma è anche un’importante occasione per riorganizzare tutta la filiera e la totalità delle imprese che operano nel settore agroalimentare italiano – continua il segretario generale – dalla finanza alle assicurazioni, dal trasporto alla logistica”.

“I prodotti già oggetto di contrattazione sono 32, spiega Francesco Bettoni, presidente di BMTI S.c.p.a., altri 6 sono in via di codificazione”, aggiunge.

“E’ un mercato per operatori giovani che vogliono vincere e imporsi nel nuovo mercato globalizzato – conclude Bettoni – una sfida che il made in italy deve affronatare per imporre i suoi prodotti di pregio nel mondo”

http://www.bmti.it


Comments

comments

Lascia un commento